Dodecaneso e isole del Nord Est Egeo

Astypalea, l’isola farfalla

Astypalea

Astypalea, tra Cicladi e Dodecaneso

Astypalea è detta anche Astipalea, Astypalàia, Astypalia, Stampalia o Stampaglia. E’ un’isola greca che nel corso dei secoli è stata occupata e conquistata da diversi popoli, tra cui i micenei, i romani, i bizantini, i veneziani, i turchi, gli italiani e gli inglesi, fino ad essere annessa alla Grecia dopo la seconda Guerra Mondiale.

Ci parla di questa piccola gemma, ancora poco nota al turismo, Dario Bovo, amico ed autore del Blog di viaggio TRAVEL DIARY 19.

Astypalea
Astypalea

Seppure storicamente considerata parte delle Cicladi, Astypalea è l’isola più occidentale del Dodeccanneso: dista in egual misura (circa 30km) da Amorgos, Kos ed Anafi.

Come raggiungerla

ASTYPALEA VIA AEREA

La via più rapida, e anche più comoda è quella aerea, facendo scalo ad Atene. Dalla capitale greca infatti, la compagnia SkyExpress opera voli da e per l’isola.

Solitamente sono aerei di piccole dimensioni, circa quaranta posti, lo stesso volo ferma in più isole del Dodecaneso: oltre ad Astypalea: Leros, Kalymnos, Kos e Rodi. Questo aspetto è molto interessante se pensate a diverse isole per il vostro futuro viaggio greco! Non sempre è possibile trovare la perfetta coincidenza ad Atene tra i due voli; può essere quindi una buona occasione per passare una notte nella capitale greca. Nel caso le opzioni su Atene non vi soddisfino, potete valutare di fare scalo a Kos o Rodi, altri due aeroporti che hanno voli diretti dall’Italia. In entrambi i casi, vi consiglio di prenotare per tempo.

Astypalea
Astypalea

ASTYPALEA VIA MARE

La via marittima più comune è quella esercitata dalla compagnia Blue Star Ferries, con partenze:

dal Pireo (circa 9-11 ore di navigazione),

dal resto del Dodecaneso (Rodi, Tylos, Nysiros, Kos, Kalymnos)

e dalle isole Cicladi (Paros, Naxos, Amorgos, Donoussa).

Tutti i traghetti partono da Astypalea dal porto di Agios Andreas, 5 km ad Est dal centro dell’isola.

Il consiglio che vi do, se sceglieste la via marittima, è di controllare giorni ed orari di partenza a questo link:

Prenota i tuoi traghetti su FERRYHOPPER:

I villaggi e dove alloggiare

Astypales, la Chora e Pera Gialos

Scegliere dove alloggiare è molto soggettivo e dipende dal tipo di vacanza che desiderate trascorrere. Ma partiamo innanzitutto esplorando geograficamente i centri abitati dell’isola.I due veri villaggi di Astypalea sono la Chora e Pera Gialos. In realtà insieme formano il vero unico centro abitato dell’isola anche se queste due parti sono collegate da una lunga strada rettilinea molto ripida. Infatti, Chora ed i resti del suo castello veneziano, sorgono su una collina scoscesa.

Ai suoi piedi, nella baia sottostante, Pera Gialos costituisce il porticciolo, con diversi servizi come taverne tipiche, un supermercato, car/scooter rent e qualche negozio di souvenir.

Altri villaggi di Astypalea

Nel resto dell’isola sorgono villaggi minori, principalmente di pescatori, nei quali potete comunque trovare qualche sistemazione come Livadi, Analipsi, Maltezana e Vathi..

Se volete quindi respirare a pieno l’atmosfera del tipico villaggio greco, fatta di bianco, vicoli stretti e note di sirtaki, il mio consiglio è di scegliere uno dei tanti studios nella Chora. Se invece desiderate che la vostra vacanza sia più all’insegna del relax e che il profumo del mare entri direttamente dalle finestre la mattina, potete scegliere il vostro alloggio in uno dei piccoli villaggi minori sparsi per l’isola.

Personalmente ho preferito alloggiare in cima alla Chora, proprio sotto i resti del Kastro, castello veneziano che vi consiglio di visitare. Col calar del sole, la piazzetta principale con i vecchi mulini a vento e le luci che riflettono sul bianco candido delle casette crea un’atmosfera tipicamente greca e molto romantica. Dopo cena un must è la passeggiata a Pera Gialos, il porto, che possiede diversi negozietti, piccole taverne, ouzerie e qualche bancarella di souvenir. Se preferite una quotidianità più movimentata (sempre nei limiti greci), potrete scegliere uno studio in questo piccolo centro a forma di anfiteatro naturale.

Le spiagge di Astypalea

Astypalea è un’isola unica! Geograficamente è al centro tra le isole del Dodecaneso, che l’amministra burocraticamente, e le Cicladi, che la influenzano nel suo stile bianco e blu. È un’isola brulla, con poca vegetazione, uno scoglio in mezzo all’Egeo; ma vista dall’alto, ha la forma graziosa di una farfalla accarezzata dal blu del mare. Quel mare che riserva soddisfazione a tutti i palati, anche i più esigenti: dall’esploratore in cerca delle calette poco frequentate, alla famiglia con bimbi che apprezza la comodità di spiagge attrezzate. Astypalea, con le sue coste, mette proprio tutti d’accordo! Le spiagge sono principalmente caratterizzate da ciottoli più o meno fini ma non manca anche qualche litorale di sabbia fine.

Le spiagge ad Est

PERA GIALOS

  • Partiamo da lei, dalla spiaggia del paese principale. Questo è il punto di ritrovo giornaliero degli abitanti, per una pausa durante il lavoro: li vedrete darsi appuntamento, nuotare qualche decina di metri verso il largo o chiacchierare sul bagno asciuga. È una spiaggia di ciottoli fini, con acqua trasparente e la possibilità di affittare lettini e ombrellone. La sua magia è la lucentezza accecante del paese abbarbicato sulla collina a fianco, ammirabile durante un bagno. Le sue casette candide dal mare creano un contorno che lascia senza fiato.

STÈNO

  • Dirigendoci verso la parte Est dell’isola partendo da Chora, troviamo Stèno (“stretto” in greco). Il suo significato dice tutto, è infatti la parte più stretta dell’isola, dove si uniscono le ali della “farfalla”. La sua particolarità è di avere mare sia frontale che alle nostre spalle e solitamente una parte è mossa dal vento greco, mentre dall’altra è placido.

PLAKES

  • Proseguendo verso est (direzione aeroporto), dopo poche curve si arriva a Plakes, la spiaggia non è visibile dalla strada, ma è segnalata. Dal parcheggio, dopo un sentiero che scende verso il mare a tratti ripido, si raggiunge questa baia stupenda con un mare color turchese. Il fondale roccioso è l’habitat perfetto di numerosi branchi di pesci: il luogo ideale per chi ama fare snorkeling

MALTEZANA e BLUE LIMANAKI

  • Percorrendo sempre la stessa e unica strada, dopo il bivio per l’aeroporto, si incontra il piccolo villaggio di Maltezana. Qui, oltre a qualche hotel e diversi studios da affittare, potrete godervi la sua spiaggia, fatta di sabbia bianca e acqua azzurra. È riparata da alberi sul fondo, che garantiscono ombra anche se si è sprovvisti di ombrellone. Appena prima di raggiungere il villaggio, si trova la piccola penisola di Blue Limanaki, contraddistinta da piccole baie e minuscole isolette di sabbia.

SCHINONTA

  • Oltre Maltezana la strada sale e dopo un paio di curve, scavallando questa piccola collina incontrerete Schinonta, una lingua sottile di sabbia attrezzata. Da qui, nella parte Est, si raggiunge il paese di Vathi, che non ha grandi spiagge da segnalare se non una piccola baia, che la corrente marina ricopre spesso di alghe.

Le spiagge ad Ovest

Torniamo quindi verso Ovest e andiamo a vedere le spiagge che ci riserva l’altra “ala” della farfalla Astypalea.

AGIOS COSTANTINOS, VATSES, KAMINAKIA:

  • La parte Ovest dell’isola, che è anche la mia preferita, ci regala tre spiagge molto vicine tra loro, caratterizzate da ciottoli fini misti a sabbia ed acqua trasparente. La prima che si incontra dalla strada è Agios Costantinos ed è anche la più semplice da raggiungere, perché la via di comunicazione che si percorre da Chora è completamente asfaltata. Si ha qui la possibilità di affittare lettini e ombrelloni e di pranzare in una taverna alle spalle della spiaggia che prepara uno squisito polpo grigliato. Proseguendo incontriamo Vatses, simile alla prima, anche se un po’ più raccolta: per raggiungerla, dovrete però percorrere una parte di strada sterrata, in alcuni punti abbastanza impervia ma comunque praticabile anche con uno scooter. Quello che contraddistingue questa spiaggia è l’azzurro del mare e le barriere di scogli ai suoi lati, ideali per chi ama praticare snorkeling. Ultima delle tre, ma prima per i miei gusti, è Kaminakia: da Vatses a qui la strada è completamente sterrata e diventa decisamente più impervia all’avvicinarsi al mare. Sicuramente raggiungerla con un 4×4 è l’ideale, ma in mancanza non scoraggiatevi; io la raggiunsi con uno scooter 50cc in due, con attenzione e pazienza. Lo spettacolo vale però la pena del tragitto! Essendo la meno semplice da raggiungere è anche la meno frequentata, quindi potrebbe capitarvi di essere da soli anche fino a mezzogiorno inoltrato. La spiaggia è attrezzata da una taverna dove potrete gustare abbondanti insalate e pesce alla griglia.

Infine

Vi ho raccontato le principali spiagge di Astypalea; ma l’isola farfalla ha coste molto frastagliate e sarà quindi la vostra curiosità di esplorare che vi accompagnerà a scoprire calette isolate, dipinte dal blu del mare, baciate dal sole e accarezzate dal vento.

Vi è piaciuta Astypalea? Confesso che a me è venuta una gran voglia di visitarla e credo che sarà una delle mie prossime isole greche!!

Grazie a Dario per questo suo racconto, se volete, seguitelo sulla sua pagina Facebook: Travel Diary 19

Se volete confrontarvi con altri viaggiatori iscrivetevi al gruppo facebook collegato a questo Blog: https://www.facebook.com/groups/aciascunolapropriagreciailgruppo/

0 commenti su “Astypalea, l’isola farfalla

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: