ANDROS

UN CONCENTRATO DI BELLEZZA E DI CARATTERISTICHE DELLE ISOLE DELLA GRECIA


Pidima Tis Grias: Il Salto della Vecchia

Andros è un’ isola greca facente parte dell’arcipelago delle Cicladi, la più Settentrionale, è situata nel mar Egeo.
Meno battuta dal turismo rispetto alle vicine Mykonos e Santorini, ma molto amata dai greci stessi, e per questo consente di assaporare l’autentica atmosfera greca.

Andros è la seconda isola più grande del suo arcipelago, non ha un aeroporto, ma è facilmente raggiungibile in traghetto da Rafina, una piccola cittadina della costa attica, raggiungibile dall’aeroporto di Atene in circa mezz’ora  in taxi o in bus KTEL Attikis. La tratta Rafina-Andros impiega circa due ore.
Un’ altra possibilità è volare su Mykonos per poi effettuare la tratta marittima Mykonos – Andros che impiega circa due ore e trenta minuti.

Andros è un’isola con spiagge fantastiche e molti villaggi tradizionali. La ragione per la quale quest’isola é più verde rispetto alle altre Cicladi, risiede nei numerosi corsi d’acqua che la attraversano e che scorrono tutto l’anno.

Sull’isola ci sono monasteri ricchi di atmosfere, musei e gallerie d’arte.

Tre sono i centri più grandi abitati dell’isola Batsi, Andros o Chora – suo capoluogo – e Gavrio, il porto.

Batsi è situata in una piccola baia della costa occidentale, ci sono molti alloggi, taverne e caffè.

Nella Città di Andros è possibile visitare diverse istituzioni museali tra questi citiamo Il Museo Archeologico di Andros che testimonia la storia dell’isola e presenta reperti provenienti dal sito archeologico di Zagora e da altri ancora in fase di scavo. In una delle sale sono previste anche mostre d’arte moderna.

Chora è una città piacevole dove si respira aria di cultura e di relax, dove è possibile fermarsi a bere un ouzo e fare due chiacchiere in tutta tranquillità assaporando ritmi e profumi della tradizione locale .

A circa 4 km dal capoluogo, si trova Stenies, soprannominato il paese dei capitani, perché gran parte dei capitani delle navi per le quali l’isola era famosa il secolo scorso, sono tornati qui a vivere, le strette stradine del villaggio, tra belle case tradizionali bianche con le tegole rosse, si prestano a piacevoli passeggiate.

Gavrio, centro animato che accoglie i turisti anche di passaggio, poiché è il porto dell’isola.
Nel villaggio c’è la bella ed imponente chiesa di Agia Sofia che domina dall’alto il paese e merita senz’altro una visita.

Vanno citati anche altri due villaggi: Paleopoli, paesino moderno a Sud di Batsi e Remata, classico villaggio greco con la taverna in piazzetta, centro di aggregazione, dove la sera di Ferragosto è possibile festeggiare con balli, canti e gente del posto.

SPIAGGE

L’isola vanta numerose spiagge, circa 300, di tutti i tipi e per tutti i gusti, spiagge di sabbia fine, di sabbia mista a ciottoli, di sassi e di scogliere, in questo articolo ne saranno citate solo alcune.

La più conosciuta è Agios Petros che si trova sulla costa Sud-Ovest, grande di sabbia ed attrezzata.

A Nord della cittadina di Gavrio nella parte più selvaggia dell’isola si trovano quattro spiagge davvero belle Vitali, Zorkos, Fellos e Vilhada.

A Zorkos una cantina in spiaggia e una taverna in cima ad una scalinata, rendono questo paradiso di mare confortevole e rilassante.

Vitali si trova in una baia davvero affascinante con un mare color turchese che ripaga dalla strada un pò accidentata e sterrata degli ultimi chilometri che si devono percorrere per raggiungerla.
La baia è isola ma dotata di servizi, c’è un fiume che arriva dietro la spiaggia dove è possibile trovare delle simpatiche caprette che pascolano.

A Sud di Batsi troviamo le spiagge di Paleopoli Strofilias.

La costa Est è selvaggia e ci sono alcune spiagge adatte al surf. Tra le spiagge più belle, un po’ più difficili da raggiungere, ci sono Steno BeachGyalia Achla e Pidima Tis Grias.

Pidima Tis Grias: Il Salto della Vecchia, così chiamata per il faraglione che si dice una vecchia pietrificata nel momento del suicidio, conseguente al rimorso per aver aiutato i turchi invasori: dal paese di Khortio vi sono le indicazioni. Dopo circa 1 km di sterrato, si parcheggia. Le scale sono in pietra, più o meno sconnesse, e hanno il corrimano nel punto che si affaccia sul mare. La spiaggia è molto coreografica, piccola e riparata dalle rocce.

Scegliere Andros come meta per le proprie vacanze può apparire forse una decisione in controtendenza, ma se avete voglia di sentirvi un po’ greci per qualche giorno e di immergervi in tutto quello che è tradizione e cultura, avete scelto la località giusta!

Tenete presente anche che tutto, dalle insegne dei locali, alle indicazioni dei cartelli stradali, è riportato esclusivamente e soltanto in lingua ellenica.

Allora buona vacanza ad Andros a tutti!

Se volete confrontarvi con altri viaggiatori iscrivetevi al gruppo facebook collegato a questo Blog: https://www.facebook.com/groups/aciascunolapropriagreciailgruppo/


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.