elafonissos

Elafonissos, l’isola che non c’è

L’isola di Elafonissos invade la mente come un sogno

Elafonissos, in italiano chiamata anche Cervi, si trova in fondo al Peloponneso – di fronte alla cittadina di Pounta, nella regione chiamata Laconia. E’ un’isola di circa venti kilometri quadrati. Fino a pochi anni fa la conoscevano in pochissimi e se la nominavi, tutti pensavano alla spiaggia di Elafonissi a Creta! Il suo splendido mare ed il suo fascino però non potevano rimanere a lungo nascosti! Ecco che infatti, da qualche anno a questa parte, la sua notorietà è andata sempre ad aumentare e quest anno, con i voli diretti Ryanair per Kalamata, sono davvero tante le persone che chiedono informazioni su questo piccolo paradiso!

Per scoprire Elafonissos parliamo con Francesca, che da qualche anno ci abita e dove gestisce, insieme alla sua famiglia, degli studios, costruiti dalle ceneri di un vecchio frantoio greco: IL VECCHIO FRANTOIO ELAFONISSOS.

Lascio quindi la parola direttamente a Francesca

Ciao ragazzi,

eccoci di nuovo qui per il secondo appuntamento scritto riguardante l’isola di Elafonissos.
Vi ricordate di me? Per chi non mi avesse virtualmente conosciuta sono Francesca ed insieme alla mia famiglia gestisco il vecchio Frantoio.
Dalle ceneri dell’unico frantoio dell’epoca si erge colorato un edificio che ospita 6 studios e tre appartamenti caratterizzati da design italiano d’ispirazione greca.
La nostra storia forse già la conoscete, una scelta di vita leggera, vivere la maggior parte del tempo con una dipendenza da Elafonissos.
L’isola che non c’è

UN PO’ DI STORIA

Abitata sin dal Neolitico, con il terremoto del 375 d.C si trasformò da penisola in isola. Sotto la tutela dell’ente per la salvaguardia NATURA 2000 è da proteggere, insieme ai suoi delicatissimi gigli di mare che sfioriscono evanescenti al sorgere di ogni luna tra le maestose dune di sabbia.

Leggenda narra sia stata un rifugio importante per i pirati, grazie alla perfetta posizione geografica e alle sue lunghe coste sabbiose.
Fino al 1893, lo Stretto di Elafonissos, dove si trovano le famose spiagge gemelle di Simos e Sarakiniko, costituiva l’ unica via marittima tra la Grecia orientale e quella occidentale.

L’ISOLA di ELAFONISSOS

Siamo nell’estremità sud-est del Peloponneso di fronte alla città di Neapoli. Ha una superficie di 19 Km quadrati e dista soli 570 mt. dalla costa del Peloponneso (Punta).
E’ forse l’isola più esotica del Mediterraneo, con spiagge caraibiche dalla sabbia fine e dorata e dalle acque turchesi. Non a caso Le tartarughe caretta-caretta qui hanno trovato il loro habitat naturale. La più famosa è senz’altro la spiaggia di Simos con le due baie di indescrivibile bellezza. Non è da meno la spiaggia di Panagia, dove il mare è caratterizzato da bellissimi fondali, coperta alle spalle da un bosco di ginepri secolari.
Lefki , situata nella parte ovest dell’isola, e’ una piccola laguna blu riparata dai venti dalla spiaggia sabbiosa bianchissima e dalle acque turchesi e cristalline.

L’unico villaggio è situato nella parte nord-est dell’isola, ci abitano solo poche centinaia di abitanti, per la maggioranza pescatori.
Li si trovano le spiagge di Kontogoni e Megalo Tigani.

La città sommersa di Pavlopetri

Prima dell’imbarco sull’isola, ma sempre sotto il suo comune troviamo la città sommersa di Pavlopetri nella spiaggia di Pounta. Secondo gli studiosi con i suoi 5.000 anni di età è una delle città sommerse più antiche del pianeta. Fa parte del patrimonio culturale subacqueo UNESCO. L’agglomerato urbano risale al 3.000 a.c nonostante la devastazione del sisma la disposizione della città è ancora chiaramente visibile.

La Laguna Stroghyil


La Laguna Stroghyil è il rifugio per 132 specie di uccelli. Qui troviamo fenicotteri, anatre selvatiche, falchi di palude, a seconda della profondità delle acque ogni specie trova il proprio nutrimento. E’ un territorio estremamente delicato: l’equilibrio biologico rischia infatti di rompersi soprattutto se l’uomo modifica le caratteristiche fisiche del luogo.
Magannos una lunga spiaggia che porta fino alla cittadina di Neapolis.

COME ARRIVARE AD ELAFONISSOS

Arrivare ad Elafonissos è sinonimo di viaggio, il più bello.
Io personalmente ho provato tutte le vie possibili, a seconda della comodità di ciascuno, delle esigenze e del temperamento soggettivo posso consigliare varie opzioni.
In traghetto dall’Italia verso Patrasso, il più lungo, ma avendo a disposizione il proprio mezzo le tappe da poter fare sono suggestive per poter suddividere la vostra vacanza.
Un’altra possibilità è in aereo dall’Italia con aeroporto di arrivo Atene, scegliendo di noleggiare un auto o per i più avventurosi un bus (x93) che vi porterà a Neapolis, la cittadina prima dell’imbarco sull’isola.
Si può arrivare anche in aereo dall’Italia con aeroporto di arrivo Kalamata scegliendo di noleggiare un auto
In aereo dall’Italia con aeroporto di arrivo Atene si può anche decidere di prendere un volo interno per la vicina Kithira, meravigliosa e verdeggiante per poter suddividere la vostra vacanza tra le due isole, il noleggio auto è però disponibile solo nella prima, in quanto ad Elafonissos c’è la possibilità di noleggiare solo scooter o biciclette.


ESCURSIONI

Per i nostri ospiti per qualsiasi aeroporto di arrivo mettiamo a disposizione navetta o taxi su richiesta e con gli stessi organizziamo escursioni fuori dall’isola, soprattutto nella stupenda Monemvasia, nella scenografica foresta pietrificata, nelle grotte di Kastania o nel fiordo di Gerakas.


Per chi ne avesse la possibilità consiglierei di dividere la vacanza con un tour a tappe del Peloponneso oppure con le due isole Kithira-Elafonissos.
Venendo da Patrasso o da Atene quindi avrete la fortuna di attraversare la storia.

Le città che si potrebbero incontrare, sono tra le più importanti dell’intera Grecia:


Il maestoso canale di Corinto, attraverso la porta dei Leoni a Micene assaporare il culto di Apollo ad Epidauro, sulla vestigia dell’antica Argo, la rocca fortificata di Tirinto, oppure Sparta che come diceva Tucidide, se della città si fossero salvati i suoi edifici, i posteri avrebbero dubitato della grandezza di questo popolo.

E poi prima capitale della Grecia indipendente Nauplia, l’antica capitale bizantina di Mistràs, la Rocca veneziana di Monemvasia.

Venendo da Kalamata potrete scegliere di visitare l’arcaico e stupendo Mani, passando per Gythio ed il suo decadente relitto, oppure la regione tra mare e pineti Messinia dove troverete la famosa spiaggia a omega Voidokilia Beach.

Pounta


Arrivati a Pounta troverete il traghetto per l’isola di Elafonissos che in 9 minuti di traversata vi porterà nelle caraibiche acque nonché il paradiso sulla terra.
In alta stagione la frequenza è dalle 7.00 alle 24.00 ogni mezz’ora.

ELAFONISSOS CON BAMBINI

Molti nostri ospiti viaggiano con famiglie è a mio avviso un’isola alla portata di bambino. Gli isolani per esempio, hanno l’abitudine di lasciare i figli dopo la scuola fare bagni e giocare nella spiaggia del villaggio Kontogoni, più calda, con un fondale adatto, li una mamma vale l’altra, al tavolino del bar sorseggiando caffè, chi c’è controlla i figli di tutti, perché qui sono i figli dell’isola.

ATTIVITA’

Avrete la possibilità di scegliere la spiaggia attrezzata da Giugno a Metà Settembre, libera in ogni momento, i punti di ristoro sono lontani dagli occhi e non disturbano l’ambiente. C’è sempre una spiaggia a favore per gli amanti degli sport acquatici o contro vento per gli amanti della calma.
Elafonissos è un piccolo scrigno. Ho potuto notare che dopo qualche giorno di soggiorno, qualsiasi viaggiatore o turista si ritrova con il proprio ristorante preferito, il pescatore preferito, il luogo preferito, perché ti salutano tutti e basta poco per regalare sorrisi.
Ti senti a casa.
Soggiornare nel villaggio di pescatori è la scelta più audace essendo vicini ad ogni comodità.
La sera una passeggiata sul lungo mare vi mette di fronte all’unica scelta importante: dove mangiamo?


La domanda per eccellenza. Vi assicuro che una taverna vale l’altra, essendo tutte famiglie di pescatori, troverete il pescato della notte, piatti tipici, scelte vegetariana o vegana non elaborate, ma di verdure appena raccolte, non vi aspettate cucina gourmet, ma una grassa, grossa, unta cucina casereccia.

TURISMO

Negli ultimi anni c’è stato un Incremento turistico visibile solo nel mese di Agosto, le spiagge sono così vaste e l’isola è così piccola, i locali diventano più vivi, sulle strade si balla e si canta, le feste isolane che comprendono quella del pescatore, del patrono o dei balli tipici accompagnano le calde notti d’estate .

Io ho il bellissimo ricordo di bambina quando era meta ideale di hippie, ora il periodo sicuramente più consono per chi la vuole trovare come allora è Giugno, Luglio, Settembre, Ottobre.

elafonissos
elafonissos

LA FILOSOFIA DELL’ISOLA

La vostra percezione del tempo una volta arrivati sull’isola che non c’è, cambia completamente,
Un’ overdose del bello accompagnato dal ‘sigà-sigà’ (‘piano piano’) o anche ‘Mancanza di Fretta’, è una filosofia di vita, un mantra, una dedizione, un culto, un credo, una religione.
Si evolve tutto in senso psicologico in un atmosfera rilassata, compiendo un vero e proprio miracolo.
Calma. La calma come lo stato del mare o del vento in bonaccia. Calma, come l’invito alla riflessione e alla cautela. Calma, come affrontare qualcosa senza fretta e senza preoccuparsi eccessivamente.
Adatta a famiglie, coppie e gruppi di amici, versatile per ogni tipo di vacanza.


Ed allora cosa fare ad Elafonissos?
Sicuramente è l’isola per eccellenza per gli amanti del Mare e della natura selvaggia ed incontaminata, escursioni, attività sportive, trekking alla scoperta di grotte nascoste o di piccole chiese costruite nei luoghi più segreti. Inoltre giornate in barca a vela e snorkeling alla ricerca della città sommersa, cibo fresco, balli tradizionali, la via lattea nel suo massimo splendore nelle notti di mezza estate, faranno da cornice alla tua vacanza.

VITA NOTTURNA AD ELAFONISSOS

La vita notturna? In estate tutti i ristoranti ed i locali del villaggio arricchiscono e colorano il tempo con sinfonie e danze tipiche, le strutture vicino alle spiagge invece, organizzano feste alternando musica dal vivo e baldoria.
La nostra struttura si trova nel cuore del paese, nella tranquillità delle bougainvillea, ma a due passi dal centro. Se verrai a trovarci, ricorda di non scordare il rito della foto sul nostro colorato ingresso!

Vi ho convinto?
Per maggiori informazioni www.elafonissos.org, oppure seguiteci sulla nostra pagina fb il vecchio frantoio Elafonissos.
Vi aspettiamo!

La Fra

  • elafonissos, Il vecchio frantoio
  • elafonissos, Il vecchio frantoio

Per contattare Francesca ed Il vecchio Frantoio:

Mail: ilvecchiofrantoio@elafonissos.org

Sito: https://www.elafonissos.org/

Se volete confrontarvi con altri viaggiatori iscrivetevi al gruppo facebook collegato a questo Blog: https://www.facebook.com/groups/aciascunolapropriagreciailgruppo/

One Comment

  1. Donatella

    TROVO AUMENTATO : LA EUTOFIZZA0ZIONE DELL’ACQCUA CON MUCILLAGGINE CHE PRIMA NON ESISTEVA AUMENTATI LETTINI OMBRELLINI SUDICIO PANCALI ABBANDONATI SULLE SPIAGGE DI SIMOS (VERGOGNA)LETTINI BLU SPIAGGIATI E ABBANDONATI PLASTICA DI TUTTI I TIPI SOTT’ACQUA
    PECCATO NON É PIÙ QUEL PARADISO DI DUE ANNI FA , METTI LA TESTA SOTTO E VEDRAI CIMITERI DI PINNE NOBILIS MORTE
    Tristezza infinita credetemi!
    Donatella

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.