Alla scoperta di Zante…o Zacinto!

Zante, conosciuta anche come Zacinto (Zakynthos), si trova nel mar Ionio, vicino alle coste del Peloponneso; negli ultimi anni è diventata una destinazione piuttosto popolare tra i turisti italiani. La sua famosa Spiaggia del Relitto o Navagio, la rendono una delle isole greche più fotografate!
Inoltre è molto nota perché, quando era ancora sotto dominio veneziano, diede i natali al poeta Ugo Foscolo, il quale dedicò all’isola il noto sonetto A Zacinto.

Ce ne parla Luca Bianchini, che da circa 20 anni a Zante ci abita:

“Se qualcuno di voi è stato a Zante 20 anni fa e ha visto un ragazzino che vendeva gelati, sopra la spiaggia del Navaghio….quel pazzo ero io, appena scappato da Milano. Zante mi ha letteralmente stregato e l’amore per questa isola mi ha portato a fondare un progetto online: il sito www.zanteisland.com che è una guida creata da chi – per quest’isola – ha davvero perso la testa!  Vi racconta Zante, anche e soprattutto, fuori dai circuiti turistici, vi racconta le piccole spiagge difficili da raggiungere, le grotte, i punti panoramici e quei negozi o ristorantini che vale la pena visitare nel corso di una vacanza”

Vediamo ora nello specifico:

1) Come arrivare a Zante

L’isola di Zante ha tanti e diversi collegamenti:

via nave, da Venezia, Ancona o Bari, si può giungere a Igoumenitza e prendersela comoda…o arrivare direttamente a Patrasso: sbarcati a Patrasso si segue la strada costiera in direzione Pyrgos, fino al piccolo porto di Killini, sulle coste del Peloponneso. Da qui ci sono due diversi traghetti che in poco più di un’ora vi trasporteranno al porto di Zakynthos o a Cefalonia. Anche da Cefalonia esiste un collegamento diretto con Zante, dal porticciolo di Pessada, zona Sud, due volte al giorno. Da Brindisi, per i più avventurosi, parte una nave della speranza che in alta stagione fa la tratta diretta Brindisi Zante.

Zante è collegata all’Italia anche da numerosi voli diretti dalle principali città, come Milano, Bergamo, Verona, Bologna, Roma, Napoli, Catania, Palermo…si aggiornano ogni anno.

2) Consigli necessariamente un’auto per girarla o può andare bene anche uno scooter? E’ il caso di affidarsi ai mezzi pubblici evitando il noleggio auto o moto?

Parere mio….i mezzi pubblici vanno bene in città, comodi, frequenti e non inquinano. In vacanza mi piace girare e mi piace la libertà negli spostamenti, quindi a prescindere non consiglierei mai di usare i mezzi pubblici per visitare un’isola. Volete fare i pendolari pure in vacanza? Detto ciò, almeno su Zante i mezzi pubblici sono discontinui, inaffidabili negli orari e coprono meno di metà isola, stop. Evitate anche i quad, consumano un sacco, non hanno stabilità in curva e fate le code come chi ha l’auto. Lo scooter va bene, ma occhio alle strade, alcune sono totalmente lisce. Auto, a parer mio, mezzo ideale, anche per via delle distanza notevoli che si coprono a Zante. In auto ci metterete un’ora e tre quarti dalla punta Nord alla punta Sud e 45 minuti dalla costa Est alla costa Ovest. Zante non è piccola.

3) Molte famiglie con bambini scelgono la Grecia come meta per le loro vacanze: consigli loro la tua isola? In che zona dell’isola si trovano principalmente le spiagge di sabbia?

Zante con i bambini è M E R A V G L I O S A. Premesso che, grazie a Dio, mia figlia di quattro anni preferisce rocce e mare profondo…dico questo poiché tutta la costa Ovest di Zante è rocciosa e visitabile quasi esclusivamente in barca, ma non per questo meno adatta ai bambini!  Se organizzate una gita alle grotte di Keri, alla spiaggia del Navaghio o all’isolotto delle tartarughe i bambini si divertiranno sicuramente un mondo!

Il golfo di Laganas, che è anche zona del paco marino di Zakynthos, ha lunhissime spiagge di sabbia, bellissimo il tratto di Kalamaki. Anche tutte la costa Est dell’isola è sabbiosa, con spiagge bellissime come: Gherakas, Porto Azzurro, Banana beach, Tsilivi e Alykanas.

4) In che zona dell’isola consigli di alloggiare e perché?

Zante offre davvero tutto, quindi dipende un po da cosa uno vuole dalla sua vacanza…Iniziamo col dire che, i pochi fortunati che arrivano qui provvisti di gommone, devono assolutamente alloggiare a Limni Keri! Da qui si parte per Marathonissi (isolotto delle tartarughe), per i faraglioni, le grotte di Keri ed una serie di baie e spiagge mozzafiato raggiungibili solo dal mare.

Per chi fosse in cerca della movida notturna….se ne andasse a Rimini per favore!! 😉  Ma se proprio vuole Zante, i centri turistici che hanno anche vita notturna sono: Laganas, Kalamaki, Argassi e, più a nord Tsilivi e Alykes. Tutti comunque perfetti anche per famiglie con bambini.

Tranquilla e molto bella la zona che va da dopo Argassi fino alla punta sud di Gherakas, ideale per gli amanti della sabbia e della tranquillità. Stupendo e selvaggio il nord, da Xighia ad Aghios Nikolaos, con le tante calette nascoste, da scoprire e dove negli ultimi anni stanno sorgendo ville di lusso per turisti.

5) A Zante si trova una delle spiagge più famose della Grecia e forse del mondo, ovvero la famosa spiaggia del relitto: consigli una visita o secondo te è meglio guardarla dall’alto? Come si raggiunge questa spiaggia?

Tanti anni fa è andata veramente male a quei contrabbandieri di sigarette…che ci hanno però lasciato in dote la loro nave, perfetta arenata così su quella spiaggia. La spiaggia di Navaghio appunto. La vista, dall’alto, è sicuramente più spettacolare, con un colpo d’occhio impagabile e con tramonti incredibili. Merita anche vista dal basso, dove può essere raggiunta affittando una barca o con tour organizzato da Porto Vromi o, partendo dalla costa est, da Aghios Nikolaos (qui solo con tour organizzati). Se decidete di affittare una barchetta da Porto Vromi, fermatevi a fare un tuffo anche nelle baie prima del Navaghio…semplicemente paradisiache!

6) Facci una lista di 5 cose imperdibili durante un soggiorno a Zante

1) Visitare il sito www.zanteisland.com 

2) Affittare una barca a Limni Keri con tappa a Marathonissi, grotte di Keri e faraglioni (Myzithres).

3) Un bagno a Porto Limniona e Porto Roxa raggiungibili in auto lungo la costa ovest.

4) Navaghio dall’alto.

5) Visita e bagno alle Blue Caves a Nord dell’isola.

6) Ce ne sarebbero così tante….ve ne suggerisco una un po’ particolare: recatevi alla spiaggia di Daphne, nel cuore del parco marino, una lingua di sabbia stupenda, con le covate delle tartarughe Caretta-Caretta. Le acque qui non sono navigabili e il mare è pieno di pesci…le mamme con i bambini stanno all’ombra dei pini marittimi o in spiaggia…i papà coraggiosi vanno a nuoto fino all’isolotto disabitato di Pelouzo. Si deve nuotare un’oretta scarsa, ma è un’avventura unica e si riesce a fare il bagno circondati dalle razze!!

7) Volendo costruire un itinerario di più tappe in uno stesso viaggio, quali isole consigli di abbinare a Zante e come raggiungerle?

Personalmente se dovessi abbinare qualcosa a Zante avrei il dubbio fra due scelte, entrambe di rara bellezza. Potrei abbinare un soggiorno sulla vicina isola di Cefalonia, anche lei veramente stupenda. Oppure consiglierei un tour di una settimana nel Peloponneso, bellissimo. In questo caso non perdetevi la regione semi disabitata del Mani…una vera perla!

KALO TAXIDI SE OLLUS!

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.