Mini guida di Atene

Atene è una città dalle mille contraddizioni: da un lato essa è la culla della civiltà occidentale, e come tale conserva un immenso patrimonio di testimonianze artistiche, storiche ed architettoniche conosciute ed apprezzate in tutto il mondo, dall’ altra Atene è una metropoli moderna, caotica e inquinata.

La città mi è piaciuta, è viva ed economica, la si visita bene a piedi o utilizzando la metro, che è comodissima. Giri per le vie del centro consapevole che, se alzi lo sguardo al cielo, non puoi fare a meno di restare di stucco davanti ai templi dell’Antica Grecia. Un aspetto invece che non mi è piaciuto è quello che l’Acropoli, ovvero il simbolo della città, purtroppo è mal tenuta, mal conservata, piuttosto sporca: sigarette spente, carta, pezzi di plastica. Dovrebbe essere custodita con più cura, è un luogo unico.

                                           COSA VEDERE AD ATENE

– Acropoli
Si eleva sopra la città e domina la valle circostante. E’ il più grande complesso architettonico che ci ha lasciato la civiltà greca. Sito UNESCO, una volta entrati si riconosce subito la magnificenza dell’Antica Grecia. Ospita diversi monumenti: il Partenone, il Tempio di Atena Nike, l’Anfiteatro di Dionisio, l’antico Tempio di Atena, e tanti altri. Il biglietto costa sui 12 € e comprende anche la visita all’Agorà, al Foro Romano e al Tempio di Zeus.

private-tour-athens-acropolis-new-acropolis-museum.jpg
L’ACROPOLI

 

Il Partenone è il monumento principale dell’Acropoli ateniese. E’ un tempio dedicato alla dea Atena, circondato da un colonnato di ordine dorico.

acropoli-atene
IL PARTENONE

L’Agorà                                                                                                                                        rappresenta il cuore commerciale e culturale dell’antica civiltà. Ad oggi è uno spazio molto verde occupato da rovine e da qualche monumento, come il Foro Romano e il Tempio di Efesto. L’area sorge ai piedi dell’Acropoli, offrendo una bella vista su di essa. Tra queste meravigliose rovine pulsava il cuore commerciale, politico e amministrativo di Atene e tutti gli uomini si ritrovavano qui per prendere decisioni politiche importanti e concludere affari. Proprio nell’ Agorà, nel 399 a. C. , il grande filosofo Socrate fu condannato a morte perché accusato di corruzione nei confronti della gioventù. Qui accadeva quindi una storica ingiustizia a cui solo il comportamento di Socrate ha dato senso: nonostante gli fosse stato offerto un modo per salvarsi, il filosofo volle comunque scontare la sua pena dimostrando a tutti l’importanza del rispetto delle leggi.

AGORA.jpg
AGORA’
  • Il Museo Archeologico Nazionale         

Il Museo Archeologico di Atene è fra i 10 musei più importanti al mondo per la vastità e la ricchezza delle sue collezioni. La Grecia è orgogliosa di questo museo che ripercorre le origini di questo affascinante Paese e traccia il percorso di tutte le culture che sono passate da qui. Tutto il patrimonio presente nel Museo Archeologico Nazionale di Atene è diviso in tre settori: al pianterreno, la sezione delle sculture e quella preistorica, dove si ripercorrono i primordi della storia della Grecia, mentre al secondo piano si trova la splendida collezione delle ceramiche. Non vi basterà un solo giorno per ammirare tutta al bellezza di questo museo, quindi è meglio girarlo con calma e programmare un’altra visita il giorno successivo.

museo-arqueologico-atenas (1).jpg
MUSEO ARCHEOLOGICO

 

                                                    ZONE E QUARTIERI

– Monastiraki

è un distretto di Atene celebre per il suo mercato dell’antiquariato che si svolge nel weekend. Se si è in cerca di prodotti tipici o artigianali, questa zona con i suoi vicoletti è il posto giusto.

800px-Athens_-_Monastiraki_square_and_station_-_20060508.jpg
IL MERCATO DELLE PULCI A MONASTIRAKI

Plaka

è il più antico quartiere cittadino. Una delle zone più caratteristiche e colorate grazie ai suoi palazzi, le chiese, i negozi di souvenir, i bar e le stradine con le scalinate. E’ chiamato “il quartiere degli Dei”, poichè si trova appena sotto la roccia dell’Acropoli che sovrasta la città.

108285_atene_plaka.jpg
PLAKA

Anafiotika                                                                                                                                           è un pittoresco spazio racchiuso tra Plaka e le rocce dell’Acropoli. E’ interessante una visita, c’è poco traffico e ci si sente distanti dalla metropoli. Ci sta una passeggiata tranquilla, e un bicchiere di Ouzo magari!

anafiotika-copertina.jpg
ANAFIOTIKA

Syntagma                                                                                                                                             è la piazza principale di Atene. E’ molto carina, sia di giorno che di notte tutta illuminata. Al centro la fontana, poi una scalinata e sullo sfondo il Palazzo del Parlamento. Qui abbiamo assistito al Cambio della Guardia Presidenziale, un rito molto particolare con la marcia degli Evzoni davanti alla Tomba del Milite Ignoto.

Kolonaki
PIAZZA SYNTAGMA

 

                                               PANORAMA DELLA CITTA’

Visitando Atene non puoi non recarti sul monte Licabetto, sopra il quartiere di Kolonaki, a 277 metri sopra il livello del mare.

Se pensi che dalla collina dell’Acropoli hai un panorama a 360 gradi sulla cittá di Atene qui ti ricrederai. E’ un luogo magico, da qui avrai una splendida vista sul Partenone, sulle montagne circostanti, fino al mare e al golfo Saronico (riuscirai a vedere anche le isole di Egina e Salamina se il tempo lo permette). Il Licabetto é un vero e proprio bosco sulla città di Atene, un luogo magico e silenzioso dove puoi rilassarti lontano dal traffico cittadino.

Cosa si trova sul monte Licabetto?

Sulla sommità della collina più centrale di Atene troverai la piccola chiesa ortodossa di Agios Georgios, costruita nel XIX secolo. La chiesa prese il posto di un’altra piccola chiesa bizantina dedicata al profeta Elijah. Data la difficoltà di raggiungere questo luogo, la piccola chiesa bizantina andò in rovina, fin quando un monaco nel 1834 decise di ricostruirla e darle nuovo splendore. Solo successivamente, grazie ad alcune donazioni, venne costruita una piccola strada per poterla raggiungere piú comodamente.

Poco prima di raggiungere la sommità della collinare Licabetto troverai il bar e ristorante Orizontes, dove potrai rilassarti con Atene ai tuoi piedi.

Come si raggiunge la collina del Licabetto?

Se sei in macchina, dal quartiere di Kolonaki, continua a salire fin quando raggiungerai un ampio parcheggio. Nel parcheggio troverai un piccolo chiosco che vende bevande e potrai chiedere indicazioni per salire. Ti avverto che sono molte le scale da percorrere per raggiungere la vetta, per cui sali equipaggiato con dell’acqua fresca!

Se sei coraggioso puoi salire a piedi dal quartiere di Kolonaki (il quartiere chic del centro di Atene), ma la salita é davvero impegnativa.

La soluzione che ti consiglio è di prendere la funicolare che parte da Kolonaki , all’incrocio tra via Ploutarco e via Aristippou. La corsa ha un costo di 4,50 euro (andata e ritorno), in ogni caso una volta raggiunta la vetta con la funicolare dovrai ancora percorrere pochi gradini a piedi. La breve gita in funicolare è piacevole e divertente.

1.-panorama-di-Atene-vista-dalla-collina-di-Licabetto.jpg
PANORAMA DAL LICABETTO

GITA A CAPO SOUNION

Percorrendo la costa con il pullman, si arriva qui a circa 70km di distanza da Atene. E’ un luogo sacro, dedicato alle sue due somme divinità, Poseidone e Atena. Ai tempi dell’Antica Grecia, per un cittadino vedere questo monumento significava o il tanto atteso ritorno a casa o l’arrivederci, addirittura addio, alla sua Atene.

capo-sounion-panorama_header-67742.jpeg
IL TEMPIO DI POSEIDONE A CAPO SOUNION

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.